In Interviste

Priscilla Bag o la borsa del sorriso

Possono un incontro casuale, l’alchimia di due giovani menti creative e la solidarietà vera trasformarsi in un’idea originale e vincente?

E’ quello che è accaduto, in breve tempo e grazie al volenteroso lavoro condiviso di molti tra Italia e Africa, che ha portato alla progettazione, creazione e realizzazione delle Priscilla Bags – coloratissime borse dalle forme originali, che profumano dei caldi colori della Nigeria e che promettono di regalare un sogno ed un sorriso anche alle grandi metropoli occidentali.

Ho intervistato per voi Nicola Pellegrino, già insegnante ed educatore dal cuore grande nei quartieri più svantaggiati delle nostre città e mente creativa delle Priscilla Bags.

Come nasce il progetto delle Priscilla Bags?

La prima Priscilla Bag nasce da un incontro casuale e da una ritrovata amicizia sulle pagine di Facebook con Rosangela Fusillo, socia fondatrice della PHP Onlus (Providence Healthcare Project – don Carlo Unaeze Opera) che, attraverso fattive azioni di responsabilità e rispetto, contribuisce a migliorare la salute delle popolazioni dei Paesi in via di sviluppo, fornendo servizi di assistenza socio-sanitaria. La prima idea fu quella di rappresentare, tramite bozzetto, un’immagine ideale di donna nigeriana che fosse “ponte” tra la Nigeria e l’Occidente (le comunità nigeriane sono tra le più numerose e meglio integrate sul territorio italiano). Ebbene, quel bozzetto è divenuto ben presto non solo simbolo e prototipo per la realizzazione della prima borsa, ma una vera e propria attività di avvio al lavoro, concretizzatosi nella realizzazione di diverse borse – delle quali ognuna è un pezzo unico ed irripetibile perché realizzata con tessuti e materiali originali – in un laboratorio in Nigeria. Io e Rosangela vedevamo, così, il nostro sogno realizzarsi: formazione e lavoro si univano per creare un prodotto “esclusivo” destinato non solo al business, ma soprattutto al benessere del lavoratore e del potenziale acquirente.


Come il Progetto delle Priscilla Bags si è spostato in Italia e com’è nata la collaborazione con la Casa delle Donne Lucha y Siesta di Roma?

Purtroppo, la fine del primo finanziamento alla realizzazione dei manufatti in Nigeria non ci permetteva più di coprire i costi di produzione e spedizione in Italia. Così, ho deciso di chiedere supporto alle volenterose donne della Sartoria Lucha y Siesta, persone meravigliose di ogni parte del mondo che da anni collaborano, senza differenze di credo o razza, nella realizzazione di progetti di inclusione sociale a Roma. Ancora una volta, con il supporto generoso ed insostituibile di Rosangela, vedevo “accendersi il sorriso” di tante persone attorno a me: i membri della PHP Onlus, le donne della Lucha y Siesta e quello indimenticabile di Joy… splendida donna nigeriana che, grazie al ricavato ottenuto con le vendite delle Priscilla Bags e ad altre iniziative benefiche, potrà affrontare nel proprio Paese le costose cure mediche per sconfiggere l’aggressiva forma tumorale che l’ha colpita. Sono proprio questa continuità d’intenti, queste collaborazioni che pian piano vedo espandersi a livello nazionale che alimentano ogni giorno la mia creatività … alla ricerca di forme, colori, materiali naturali e tessuti per creare sempre nuove Priscilla Bags.


Priscilla Bags… un nome davvero lieto. Dove e come i nostri lettori possono acquistare queste borse che regalano “sorrisi”? 

Collaborando con la comunità delle donne nigeriane, ho scoperto che “Priscilla” è uno dei cosiddetti “nomi di preferenza” maggiormente diffusi tra loro, quando decidono di migrare in Occidente: un nome antico e nobile, ma allo stesso tempo dal suono gioioso. Le borse, dal costo di 35-40 euro (in base alle dimensioni), si possono ricevere direttamente a casa inviando una mail all’indirizzo [email protected] o seguendo le nostre iniziative benefiche sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/Priscillabag-1312626228752714/?fref=ts. Con l’acquisto di una PriscillaBag si sosterranno sia l’Associazione Lucha y Siesta sia i progetti della PHP Onlus.

Siamo al temine di questa intervista e vorrei porre a Nicola Pellegrino solo un’ultima domanda: quale “idea” queste meravigliose borse, oggi, possono comunicare, in un mondo invaso dai grandi brand della moda?

Potrei dire che le Priscilla Bags sono la concretizzazione di “sogni”: per me e Rosangela, creare qualcosa di unico che unisce – di volta in volta – non solo due ottimi amici dai comuni interessi, ma anche il desiderio di fare concretamente qualcosa per gli altri. A volte, penso che queste borse siano dei “talismani” di amicizia e armonia, destinate a dischiudersi per donare un po’ della nostra passione e dei nostri sogni a chi vorrà indossarle…

…ed i bei sogni, si sa, regalano sorrisi…

Grazie Nicola e Rosangela per questi “doni” che profumano di vita e gioia, grazie per la vostra creatività intelligente ed il cuore generoso con il quale vi dedicate al “prossimo” di ogni dove.

Grazie a tutte le donne che con prontezza d’animo, laboriosità e serenità si dedicano al Progetto delle Priscilla Bags.

Un sorriso di generosa speranza a Voi tutti,

LadieSmileGio

 

 

 

Share